PCM

Phase Change Materials

I materiali a cambiamento di fase o PCM (Phase-change material), tra i quali compaiono sali o paraffine inglobate caratterizzate da differenti temperature di fusione, sono materiali che permettono di accumulare notevoli quantità di calore mantenendo una temperatura costante.

Questo loro comportamento può essere utile soprattutto nel settore dell’edilizia; in fase estiva, infatti, è possibile incrementare l’inerzia termica all’interno di un ambiente mediante l’accumulo durante il giorno di calore (da restituire all’ambiente esterno durante la notte), mentre in fase invernale il calore accumulato può essere restituito negli ambienti interni.

CARATTERIZZAZIONE DEL MATERIALE

Laboratorio

L’attività di laboratorio rappresenta un elemento prioritario durante la fase di progettazione dei sistemi di accumulo termico con PCM. I materiali a cambio di fase sono molteplici ed ognuno di essi possiede proprietà specifiche; la conoscenza di queste caratteristiche può essere sviluppata solo attraverso una specifica analisi di laboratorio applicando le condizioni di lavoro previste dal progetto e solo in questo modo è possibile formulare una proposta affidabile ed in grado di garantire il miglior risultato richiesto.
I laboratori dell’incubatore 2i3t (link) presso cui siamo ospitati, presenti all’interno della Facoltà di Chimica, permettono di adottare migliori standard richiesti dai processi studiati.

APPLICAZIONI

• RECUPERO TERMICO
• ACCUMULO TERMICO

• REGOLAZIONE TERMICA

Le applicazioni in cui i PCM possono essere utilizzati, e vengono utilizzati, sono molteplici ed anche differenti tra loro come ad esempio l’abbigliamento tecnico in cui è richiesta un’adeguata regolazione termica, il settore della logistica del freddo dove l’accumulo e la regolazione termica garantiscono un mantenimento delle temperature più efficace a temperature differenti da quella del ghiaccio; anche nell’ambito del settore civile stanno aumentando le soluzioni che includono i PCM per migliorare le caratteristiche termiche dei materiali da costruzioni.
Nonostante molte delle sostanze usate come PCM siano conosciute da tempo, solo negli ultimi anni hanno iniziato ad essere utilizzate per queste loro peculiari caratteristiche chimico-fisiche.
Pur mantenendo l’interesse verso tutte le possibili applicazioni dei PCM, la nostra attenzione è rivolta soprattutto per i benefici che i PCM possono portare in ambito di miglioramento dell’efficienza energetica sugli impianti e sui processi sfruttando le qualità di questi materiali di recupero, accumulo e regolazione termica.